Pfitscher

Pfitscher Müller Thurgau Dola

Alcol %

12

Formato

0,75 ltr

Temperatura di servizio

8°/10° C

Annata

2020

Località

Italia - Alto Adige/Valle Isarco

Vitigni

Müller Thurgau (100%)

Distribution

€ 9.25

Scheda tecnica Pfitscher Müller Thurgau Dola

E' il vigneto più elevato nel comune di Fiè e raggiunge i 900 metri di altitudine. Sauvignon e Müller Thurgau sono le varietà che qui crescono rigogliosamente e che, grazie all’ampio sbalzo termico, possono sviluppare le loro speciali caratteristiche di aroma e freschezza.Il Müller Thurgau è un vitigno originario della Germania, derivante dall’incrocio di Riesling Renano e Madeleine Royale, che ha trovato nel Trentino Alto Adige una delle sue aree d’elezione per esprimersi al meglio.

Colore

Giallo paglierino con riflessi verdolini.

Abbinamenti

Si abbina bene a formaggi freschi, a piatti vegetariani ,ricette a base di pesce e crostacei.

Sapore

Il sorso è fresco e fruttato, sostenuto da un buon corpo e da una evidente mineralità che persiste nel finale.

Profumo/Olfatto

Al naso esprime profumi di mela e frutta a polpa gialla che si associano a sentori di erbe aromatiche e a delicate note speziate di noce moscata.

Cantina

Pfitscher
Viticoltori per passione: così si potrebbe riassumere lo spirito che anima i Pfitscher, famiglia altoatesina che si occupa di viticoltura con infaticabile impegno e totale dedizione. Siamo a Montagna, poco a sud di Bolzano, in Alto Adige, una regione che continua a sorprenderci per la qualità media dei vini che riesce a esprimere, anno dopo anno, stagione dopo stagione. È qui dove, nel bel mezzo di una trasversale eccellenza fatta di innumerevoli realtà produttive, Pfitscherhof diviene significativa interprete del territorio, grazie a un percorso ripreso una decina di anni fa, e che attualmente continua per merito del lavoro e della totale attenzione nel rispetto dell’ambiente. La cantina della famiglia Pfitscher è, infatti, certificata “CasaClima Wine”, un sigillo che valuta la compatibilità ambientale dell’edificio, il comfort abitativo, il consumo di energia e di acqua nella produzione dei vini, dalla scelta degli imballaggi fino all’impatto del loro trasporto. Attualmente, sono circa sette gli ettari vitati gestiti dalla cantina, che può vantare alcuni dei migliori appezzamenti di tutta l’area meridionale dell’Alto Agide. Tra i filari, la conduzione delle piante è convenzionale, ma mai si perde di vista quello che è l’obiettivo principale: ridurre al minimo qualsiasi intervento artificiale, per arrivare a raccogliere uve schiette, concentrate e naturali. In cantina, le più moderne tecnologie trovano spazio in quelli che sono i locali della nuova tenuta, costruita ex-novo nel 2011, seguendo principi razionali e sostenibili, che hanno portato alla realizzazione di una struttura perfettamente inserita nel contesto paesaggistico, suggestivamente a picco sopra quelli che sono i preziosi vigneti di pinot nero di proprietà aziendale. Dal 1861, attraverso oltre un secolo e mezzo e tramandando saperi e conoscenze di padre in figlio da ben sette generazioni, è così che prendono vita i vini targati “Pfitscher”. Dal Pinot Nero “Matan” al “Fuchsleiten”, dal Sauvignon Blanc “Saxum” al Pinot Bianco “Langefeld”, passando per il Gewürztraminer “Stoass”, sono bottiglie, quelle che escono dalla cantina altoatesina, espressione della naturale forza vitale della vigna, e simbolo della massima e genuina purezza che nel vino si possa incontrare.