Caol Ila

Caol Ila Single Malt Whisky 12 Anni

Tipologia

Single Malt

Alcol %

43

Formato

0,7l

Classificazione

WH

Punteggio

WH.2

Temperatura di servizio

16°/18°

Mood per gustarlo

Da solo o con un pezzetto di cioccolato extra-fondente.

Distillato

Orzo

Allergeni

No

Ingredienti

Acqua e orzo.

Nazione

Scozia

Distribution

€ 44.53

Scheda tecnica Caol Ila Single Malt Whisky 12 Anni

Il Single Malt 12 anni nasce in una delle distillerie più famose e ricche di storia dell'isola di Islay. Caol Ila incarna, infatti, il fascino e la tradizione dei Whisky torbati ed è amatissima da tutti gli appassionati di questa particolare tipologia di distillati. Il suo segreto è in un’accurata selezione delle materie prime. L’orzo viene maltato a Port Ellen e l’acqua utilizzata per diluire il distillato proviene da una sorgente purissima, che sgorga dalle rocce calcaree di Loch nam Ban. Il processo di distillazione è seguito artigianalmente da maesti distillatori con generazioni d’esperienza alle spalle e con utilizzo dei tradizionali alambicchi in rame. Terminata la distillazione, affina per 12 anni in botti di rovere prima d’essere imbottigliato

Cantina

Caol Ila
Caol Ila” è il nome gaelico per “Sound of Islay”, lo stretto che separa l'isola di Islay da quella di Jura, nella costa occidentale della Scozia. La distilleria, situata sulla costa di Sound, vicino a Port Askaig nella punta nord orientale dell’isola di Islay è stata fondata da Hector Henderson nel 1846 che ha scelto questo particolare luogo per l’accesso a quegli ingredienti naturali atti a permettere la produzione di un single malt scotch whisky di qualità elevatissima. Tra questi c’è l’acqua di Loch Nam Ban e l’orzo maltato a Port Ellen. Nel tempo ha cambiato più volte proprietà: è stata acquistata nel 1854 da Norman Buchanan, nel 1863 dalla Bulloch Lade & Company e nel 1920 da un gruppo di uomini d'affari che ha costituito la “Caol Ila Distillery Company Ltd”. Nel 1930 la proprietà è passata alla Scottish Malt Distilleries. Oggi la distilleria appartiene al gruppo multinazionale Diageo. Malgrado i molti cambi di proprietà la produzione è sempre stata continua, eccettuata una breve parentesi tra il 1930 ed il 1937 per gli effetti del proibizionismo negli Stati Uniti che determinò una crisi mondiale nella produzione di alcolici. Con la rinascita dell’interesse per questi whisky negli anni ’70 si decise di effettuare unta totale ristrutturazione, avvenuta nel 1972, in cui la distilleria fu ricostruita ex novo ed in cui gli alambicchi divennero 6 in luogo dei 2 precedenti. Questi nuovi alambicchi, costruiti in maniera artigianale, rispecchiavano però nella forma quelli originali in modo da non snaturare mai la qualità e le caratteristiche particolari di questo grande protagonista di Islay. Oggi la distilleria è la più grande dell’isola di Islay, con oltre 3 milioni e mezzo di litri prodotti di cui solo una piccola parte diviene single malt, intorno al 5%, mentre il resto è componente essenziale per i grandi blend di Bell, White Horse, Johnnie Walker e Black Bottle a cui dona le proprie note marine.