Argiolas

Argiolas Vermentino di Sardegna Is Argiolas

Alcol %

14

Formato

0,75 ltr

Temperatura di servizio

10°/12° C

Annata

2019

Località

Italia - Sardegna

Vitigni

Vermentino (100%)

Distribution

€ 14.64

Scheda tecnica Argiolas Vermentino di Sardegna Is Argiolas

Il Vermentino di Sardegna Is Argiolas risente della brezza collinare, del sole e del clima mite che caratterizzano questa parte di Sardegna. La selezione delle uve è precisa e puntuale, al fine di ottenere il miglior mosto che svolgerà prima una decantazione a freddo per diventare limpido, ed in seguito la fermentazione alcolica condotta da soli lieviti indigeni. Completa la fase di affinamento una sosta sulle fecce fini, che va dai 40 ai 60 giorni, così da arricchire il vino di una personalità inimitabile.

Colore

Paglierino scarico a inflessioni verdognole.

Abbinamenti

Antipasti a base di pesce, culurgiones di patate alla menta, risotto alla marinara, risotto ai carciofi, linguine allo scoglio, pesce in umido e alla brace, carni bianche, formaggi di media stagionatura.

Sapore

Al palato è fresco e decisamente sapido, con bella struttura e lunga persistenza ammandorlata.

Profumo/Olfatto

Rilascia all’olfatto nette sensazioni di mela Golden e ginestra, pera matura, agrumi, pietra spaccata e un vago sentore di crosta di pane.

Cantina

Argiolas
Quella degli Argiolas è una storia che è cominciata agli inizi del '900. Era esattamente il 1906, l’anno in cui a Serdiana, in provincia di Cagliari, è nato Antonio, il patriarca. Poco più di trent’anni più tardi, nel 1938 con precisione, in quella che da sempre è una terra di agricoltori, di oliveti e di vigne, lo stesso Antonio ha dato vita alla cantina Argiolas. Piantando filare dopo filare, unendo vigna a vigna, si è iniziato a produrre vino, cercando sempre la qualità con rigore e metodo. Poi sono arrivati i figli di Antonio, Franco e Giuseppe, che hanno ereditato dal padre la passione per le vigne e per il vino, e la hanno condivisa e trasmessa, a loro volta, prima alle mogli e quindi agli stessi loro figli. Oggi, nella cantina lavora attivamente già la terza generazione degli Argiolas, quella dei nipoti di Antonio. In fondo la ricetta è semplice: stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia, di generazione in generazione, la tradizione si tramanda e si rinnova, anno dopo anno. È in questo contesto che nasce una linea produttiva ampia e completa, capace come forse nessun’altra di valorizzare al meglio il territorio e le sue varietà più tipiche, in un connubio perfetto. Vini unici, che si caratterizzano per intensità, equilibrio ed eleganza. Attualmente, suddivisi in cinque distinte tenute, i vigneti che rispondono al nome di Argiolas raggiungono un’estensione totale che supera i 230 ettari. Nel rispetto di ambiente, ecosistema e territorio, trova spazio anche la ricerca e la sperimentazione, per piante di vite che, in alcuni casi, sono addirittura coltivate a piede franco. In cantina, grappoli eccelsi danno vita a quelli che prendono il nome di “Turriga”, “Korem”, “Is Solinas” e “Iselis”, poi ancora di “Costamolino”, “Perdera” e “Costera”, per citare solo alcune delle etichette Argiolas. Vini, quelli che escono dalla cantina di Serdiana, di estrema piacevolezza, qualitativamente superiori, nonché fortemente fedeli del terroir di appartenenza.