Les Crêtes

Lês Crêtes Chardonnay

Alcol %

13.5

Formato

0,75 ltr

Temperatura di servizio

10°/12° C

Annata

2020

Località

Italia - Valle d'Aosta

Vitigni

Chardonnay (100%)

Distribution

€ 13.33

Scheda tecnica Lês Crêtes Chardonnay

Lo Chardonnay è un vitigno internazionale che si è adattato perfettamente al terroir valdostano, acquisendo un carattere di montagna, che lo rende inconfondibile per la sua spiccata freschezza. È un vino sapido, fresco ed elegante, che esprime l’essenza del terroir di montagna sul quale nasce; le uve, infatti, subiscono una notevole escursione termica, che ne arricchisce il profilo aromatico.

Colore

Giallo paglierino.

Abbinamenti

Si abbina a salumi e formaggi, primi piatti di pesce, coniglio alla ligure, gnocchi alla bava, adatto anche come aperitivo.

Sapore

Gusto morbido, sapido e minerale.

Profumo/Olfatto

Al naso delicato e floreale, con note di banana e susina.

Cantina

Les Crêtes
Nel parlare dei vini valdostani è impossibile non sottolineare lo straordinario e incessante lavoro portato avanti in questi anni da Costantino Charrère de Les Crêtes. È infatti grazie a lui se da un momento all’altro ci si è accorti di tutta la delicata finezza dei vini di questo fazzoletto di terra. Un’azienda modello, quella de Les Crêtes, nata nel 1989, in cui trovano dimora tutte le varietà più tradizionali della zona: dal petit rouge al fumin, dal petite arvine allo chardonnay. Una cantina che se da una parte, in campagna, ha sempre dimostrato grandissima attenzione al territorio con continui esperimenti con il biologico e, più recentemente, con il biodinamico, dall’altra ha sempre avuto una visione molto ampia del mercato, riuscendo così a esportare e far conoscere le peculiarità della Valle d’Aosta in tutta la Penisola. Una realtà che anno dopo anno ci regala vini purissimi, eleganti e gradevoli. Negli oltre venti ettari di vigneto, distribuiti nei territori di sei diversi comuni valdostani, la filosofia che l’azienda persegue è quella di una gestione a basso impatto ambientale, per cui l’uso dei prodotti di sintesi è ridotto al minimo indispensabile, e le operazioni sono eseguite quasi esclusivamente in maniera manuale o meccanica. In cantina, ritorna lo stesso “modus operandi” che si incontra tra i filari, quindi è limitatissimo l’impiego di sostanze chimiche, e ogni passaggio produttivo è finalizzato a esaltare ciò che la natura ha creato valorizzando ogni più piccola sfumatura intrinseca del frutto. Il risultato di tutto ciò è molto semplice: non c’è vino etichettato Les Crêtes che non esprima in modo netto quella che è la più profonda essenza delle montagne della Val d’Aosta. Bianchi e rossi di straordinaria tensione gustativa, freschi, e decisi: dal “Cuvée Bois” a “Les Abeilles”, passando per tutti gli altri, sono tutti vini, quelli prodotti dalla cantina di Costantino Charrère, da non mancare per nulla al mondo, ognuno delizioso, ognuno straordinario.